disturbi visuo spaziali neuropsicologia

Spesso la valutazione, oltre a restituire la presenza di difficoltà nelle abilità strumentali (lettura, scrittura e calcolo), evidenzia la presenza di “debolezze” in alcune funzioni cognitive come l’attenzione, il linguaggio, la memoria, le funzioni esecutive (pianificazione, problem solving, ecc…), le …

[PDF]

coordinate spaziali. •I disturbi delle abilità spaziali sono stati descritti sin dagli albori della neuropsicologia, ma hanno sempre ricevuto una enfasi minore rispetto ai disturbi delle abilità linguistiche. •La conoscenza delle coordinate spaziali corporee ed extracorporee rappresenta il presupposto di ogni azione:

Le abilità visuo-spaziali costituiscono delle competenze che fanno parte della cosiddetta intelligenza non verbale; si tratta dunque di abilità intellettive di performance che, …

Inoltre esercito attività libero-professionale nell’ambito dei disturbi neuropsicologici degenerativi o acquisiti (memoria, linguaggio, attenzione-concentrazione, disturbi d’apprendimento, visuo-spaziali ecc.) e della loro riabilitazione.

NEUROPSICOLOGIA. La neuropsicologia dello sviluppo si occupa della diagnosi dei disturbi neuropsicologici in età evolutiva: ritardo psicomotorio, disturbi specifici di apprendimento (DSA: dislessia, disortografia, disgrafia, discalculia), disturbi visuo-spaziali, disabilità intellettiva.

NEUROPSICOLOGIA.it Il portale italiano dedicato alle neuroscienze a cura della Dott.ssa Claudia Iannotta – Il portale offre schede teoriche e metodologiche, test cognitivi e comportamentali, casi clinici, glossario su disturbi neuropsicologici e patologie neurologiche

[PDF]

2) coordinazione visuo-motoria deficitaria 3) abilità visuo-spaziali carenti ( memoria e attenzione ) 4) problemi in compiti cognitivi e sociali non verbali 5) buona memoria verbale meccanica (es. ripetizione) 6) difficoltà ad adattarsi a nuove situazioni 7) difficoltà in matematica 8) deficit nella percezione e …

In precedenza altri avevano studiato i disturbi visuo-spaziali, definendoli come disordini che causano un’erronea stima degli aspetti spaziali dell’esperienza visiva (Benton, 1985), o come una forma di compromissione nella percezione delle relazioni spaziali (Newcombe, Rateliff, 1989). Secondo Rourke e collaboratori (cfr.

Inoltre nei test standardizzati che valutano le abilità visuo-motorie e visuo-spaziali forniscono prestazioni significativamente al di sotto della media ed evidenziano difficoltà in compiti come ricalcare, colorare, tagliare con le forbici e scrivere (Telzrow e Bonar, 2006).

 ·

Con la nostra attività di riabilitazione restituiamo autonomia e qualità di vita ad adulti e bambini. Con la nostra ricerca garantiamo alti livelli di cura.

Disturbi visuo-spaziali nelle demenze Il materiale descrive i deficit dell’attenzione, i disturbi del riconoscimento visivo (Agnosia per gli oggetti, simultagnosie, agnosia per i colori

Neuropsicologia dello sviluppo Diagnosi e trattamento dei disturbi neuropsicologici in età evolutiva come dislessia, iperattività, deficit di attenzione ecc. Prima consulenza a 45 euro.

Per il recupero di questi deficit visuo-spaziali, nel testo vengono proposte delle stimolanti attività che, essendo collegate alle varie discipline curricolari e alle abilità trasversali, permettono di affrontare il problema in modo sistematico.

[PDF]

Neuropsicologia dei lobi frontali Prof. Luigi Trojano, Dipartimento di Psicologia, Seconda Università di Napoli ” Disturbi dei processi attentivi volontari e della memoria di lavoro ” Incapacità di valutare, pianificare e programmare strategie per – Disturbi visuo-spaziali (closing-in, trasposizioni spaziali)

[PDF]

• I disturbi delle abilità visuo-spaziali in età evolutiva – Neuropsicologia della abilità visuo-spaziali – Test di valutazione delle abilità visuo-spaziali DOCENTE Dott. Iglis Innocenti Psicologo e Neuropsicologo presso lo Studio Associato Mens Iuris (centro specializzato di Psicologia e Neuropsicologia, Clinica e

Le abilità visuo-spaziali sono in assoluto il prerequisito più importante, essenziale, per tutto il futuro apprendimento dello studente. Le abilità visuo-spaziali si riferiscono alla capacità di integrare le informazioni che provengono dallo spazio percettivo, di utilizzarle e organizzarle per svolgere adeguatamente differenti compiti.

[PDF]

come informazione visuo-spaziale). • E’ il tipo di memoria che interviene nel ricordare, ad es., un numero di targa o un n° di telefono dopo che ci è stato detto.

[PDF]

• Fondamenti e metodologia della neuropsicologia cognitiva; • Strumenti di indagine neuropsicologica • L’esame neuropsicologico • Elementi di neurologia • Disturbi dell’attenzione • Disturbi della percezione e dell’identificazione di oggetti • Disturbi visuo-spaziali • Disturbi esecutivi

• le abilità visuo-spaziali Al termine del ciclo di sedute viene poi effettuata una valutazione finale, i cui risultati verranno confrontati con il quadro cognitivo iniziale, al fine di verificare l’efficacia del trattamento riabilitativo e di decidere l’eventuale prosecuzione del training cognitivo.

I disturbi visuo-spaziali; 1. La rappresentazione dello spazio e l’orientamento dell’attenzione spaziale – 2. La negligenza spaziale unilaterale – 3. Disordini del disegno e della costruzione tridimensionale: l’aprassia costruttiva – 4.

Da oltre dieci anni è impegnato in attività di formazione in progetti di educazione continua in medicina relativi ai disturbi visuo-spaziali, coordinazione motoria, della comunicazione sociale (disturbo pragmatico) e dell’apprendimento.

La neuropsicologia indaga i deficit cognitivi ed emotivo-motivazionali di pazienti affetti da lesioni o disfunzioni cerebrali, con finalità conoscitive, diagnostiche e riabilitative.

Sindromi e disturbi neuropsicologici classici (afasie, dislessie e disgrafie, disturbi dell’elaborazione dei numeri e del calcolo, aprassie, amnesie, agnosie, disturbi dell’attenzione, disturbi visuo-spaziali, disturbi della rappresentazione del corpo, disturbi esecutivi, demenze), disturbi della consapevolezza di malattia e disturbi

calcolo, aprassie, amnesie, agnosie, disturbi dell’attenzione, disturbi visuo-spaziali, disturbi della rappresentazione del corpo, disturbi esecutivi, demenze), disturbi della consapevolezza di malattia e disturbi emozionali e psichiatrici conseguenti a danni cerebrali. Parte III. Dalla correlazione

Dx-Sn controverse → i compiti usati hanno grosse componenti spaziali → emisfero destro è più specializzato in abilità spaziali. Ci sono almeno un centinaio di disegni che sono usati come test per l’aprassia costruttiva. I test vengono assemblati in batterie più o meno lunghe e la prestazione del soggetto è analizzata quantitativamente.

combinazione delle seguenti caratteristiche: allucinazioni visive ricorrenti, cognitività fluttuante, parkinsonismo, disturbi del sonno, episodi di perdita di coscienza, deliri e allucinazioni, depressione. I sintomi cognitivi peculiari comprendono deficit delle funzioni esecutive e visuo-spaziali. Il decorso è fluttuante e ingravescente.

1) Abilità visuo-spaziali • Capacità di rappresentare, trasformare, generare e recuperare informazioni simboliche di tipo non linguistico (Linn & Petersen, 1985) Percezione spaziale Capacità di determinare relazioni spaziali rispetto alla posizione del proprio corpo

Valutazioni neuro-psicomotorie, interventi di prevenzione, terapia e riabilitazione per i disturbi di coordinazione motoria, disprassia, disgrafia, disturbi visuo-spaziali e deficit delle funzioni esecutive.

– Abilità visuo-spaziali e percettive. Il servizio si avvale di un’equipe di professionisti (Neurologo, Neuropsicologo Clinico, Psicoterapeuta e Logopedista) che, assieme, riescono a rispondere alle molteplici esigenze dei pazienti e delle famiglie che si rivolgono al Poliambulatorio.

Gli obiettivi didattici della Disciplina Neuropsicologia includono in linea generale la descrizione clinica dei principali quadri neurologici di interesse I disturbi visuo-spaziali I disturbi esecutivi Modalità di somministrazione di alcune batterie testistiche standardizzate.

Lo psicologo con formazione in neuropsicologia dello sviluppo è una figura sanitaria specializzata che si occupa della diagnosi, cura e prevenzione dei disturbi psicologici, neuropsicologici, neurologici e neuropsichiatrici che possono manifestarsi nel corso dello sviluppo.

Tale ambito riguarda la valutazione di disturbi visuo-spaziali (neglect ed estinzione) attraverso batterie di test computerizzate, registrazioni di potenziali evocati, esami funzionali ed applicazione di tecniche di stimolazione transcranica. Riabilitazione neuropsicologica dei disturbi …

ORIENTAMENTO TOPOGRAFICO DISTURBI VISUO-SPAZIALI: APRASSIA COSTRUTTIVA + DISORIENTAMENTO TOPOGRAFICO Alcuni pazienti, durante il ricovero, mostrano grave difficoltà nell’orientarsi all’interno dell’ospedale, queste difficoltà diventano ancora più evidenti quando essi ritornano a casa e si perdono in luoghi familiari, non riescono a compiere tragitti abituali, a volte …

Neuropsicologia dei disturbi psichiatrici Disturbi Neuropsicologici e ricadute sull’emotività, dell’ideazione e del comportamento Test neuropsicologici per la valutazione dell’ansia, dolore e depressione post-trauma (Beck, Hamilton, Stay, McGyll’s)

In ETA’ EVOLUTIVA: disturbi specifici del linguaggio – disturbi visuo-spaziali – disturbi dell’apprendimento scolastico: dislessia, discaluculia, disgrafia – ritardo mentale – disturbi dell’attenzione e della memoria.

neuropsicologia Si occupa della valutazione e del trattamento di disturbi cognitivi (memoria, linguaggio, attenzione, ragionamento, percezione, abilità visuo-spaziali, abilità coinvolte nell’esecuzione di sequenze motorie) e alterazioni comportamentali conseguenti a varie patologie neurologiche traumatiche, vascolari, degenerative

Con la nostra attività di riabilitazione restituiamo autonomia e qualità di vita ad adulti e bambini. Con la nostra ricerca garantiamo alti livelli di cura.

Ha lo scopo di valutare e qualora possibile riabilitare le funzioni cognitive (memoria, attenzione, linguaggio, funzioni esecutive e visuo-spaziali) e le annesse implicazioni di tipo psicologico, comportamentale, affettivo e di personalità.

[PPT] · Web view

DIFFICOLTA’ VISUO-SPAZIALI LA MEMORIA DI LAVORO DIFFICOLTA’ VISUO-SPAZIALI Disturbo non verbale= disturbo caratterizzato da abilità non verbali deficitarie (es. calcolo, orientamento spaziale) CARATTERISTICHE DISCREPANZA tra QI verbale e QI di performance Capacità della MLVS deficitaria Erronea stima delle relazioni spaziali tra gli

Il nostro centro si occupa primariamente di disprassie e disturbi della coordinazione motoria. Il neuropsicomotricista si occupa anche dei disturbi dell’apprendimento, relativamente al recupero della disgrafia e delle difficoltà grafo-motorie e visuo-spaziali.

Disturbi della coodinazione motoria Disprassia evolutiva Disturbi Percettivi Disturbi visuo-spaziali Disgrafia evolutiva . LOGOPEDIA. Disturbi evolutivi di linguaggio Difficoltà di pronuncia Disturbi della deglutizione Disturbi della voce. NEUROPSICOLOGIA ETÀ EVOLUTIVA.

Le abilità visuo-spaziali possono essere valutate utilizzando il Test di orientamento di linee di Benton, lo Street Completion Test, il test di Discriminazione di forme visive. Prassia Costruttiva. In pazienti affetti da Sclerosi Multipla è possibile ipotizzare un deficit di integrazione visuo-costruttiva.

[PDF]

Riabilitazione neuropsicologica dei disturbi visuo-spaziali Riabilitazione neuropsicologica della Negligenza Spaziale Unilaterale (Neglect) (Dott.ssa Claudia Iannotta, Dott.ssa Alessandra Magalini) Sabato 22 Marzo 2014 (ore 9,00-13,00 – Dott.ssa Claudia Iannotta)

I disturbi trattati possono riguardare le funzioni attentive, visuo-spaziali, mnesiche, esecutive (incapacità di critica, disorganizzazione, difficoltà a risolvere problemi legati alla quotidianità…) e la consapevolezza di malattia.

Il programma di intervento individualizzato (IEP) progredisce sistematicamente e gradualmente, include l’intervento di tutte le capacità cognitive (memoria, attenzione, funzioni esecutive, linguaggio, percezioni e funzioni visuo – spaziali) e su tutte le aree di funzionamento del bambino.

Al fine di avere un quadro sufficientemente completo del profilo cognitivo del paziente, la valutazione neuropsicologica deve comprendere un esame esauriente di tutte le funzioni cognitive (orientamento, memoria, linguaggio, funzioni prassiche, esecutive, visuo-percettive, visuo-spaziali, attentive ecc.).

[PDF]

LA NEUROPSICOLOGIA: CORSO ONLINE GRATUITO DI NEUROPSICOLOGIA – Lez 5 corso on-line free – Test per le funzioni visuo-spaziali; – Test per le funzioni attentive; – Test per le funzioni intellettive e di ragionamento utilizzati per la valutazione dei disturbi di memoria, approfondendo soltanto quelli che vengono

[PDF]

Riabilitazione neuropsicologica dei disturbi visuo-spaziali Riabilitazione neuropsicologica della Negligenza Spaziale Unilaterale (Neglect) (Dott.ssa Claudia Iannotta, Dott. Salvatore Improta) Sabato 19 Marzo 2016 (ore 9,00-13,00 – Dott.ssa Claudia Iannotta)